Asta di Urania a Lucca: un'occasione per fare qualche buon affare

Asta di Urania a Lucca: un'occasione per fare qualche buon affare

di: DAG

12/11/2015

Bene il settore comico e gli originali di Andrea Pazienza. Ottimi affari con le copertine di Dylan Dog di Stano. Il Corto Maltese di Pratt non raggiunge il prezzo di riserva.


Questa pagina รจ piaciuta a: 1099 persone.


Si è tenuta lo scorso 30 ottobre la IV° asta di Urania organizzata a Lucca proprio nei giorni della manifestazione fumettistica. Per la prima volta, infatti, un’importante asta di tavole originali è stata organizzata durante il Lucca Comics and Games e questo ha di certo favorito la partecipazione di numerosi collezionisti, anche se l’orario non proprio favorevole (le 14 di venerdì) forse ha scoraggiato qualcuno (la prossima volta tener presente la possibilità di organizzarla in serata n.d.r.).
Come sempre asta organizzata in modo impeccabile anche se questa volta c’è da fare un piccolo appunto alla location, bella e particolare ma forse non adatta ad un’asta in quanto troppo piccola e con qualche problema di comunicazione di troppo: cellulari che non prendevano in sala e problemi all’apparato di telecomunicazioni della stessa casa d’aste.  
Oltretutto era impossibile esporre gli originali visto la ristrettezza degli ambienti e quando i lotti venivano aggiudicati bisognava recarsi nel padiglione delle tavole originali per ritirarli, causando qualche fastidio agli acquirenti che si dovevano tuffare nel caos lucchese, tra fiumane di cosplayer…
Comunque la casa d’aste ha già ben presente le problematiche insorte e le cose miglioreranno certamente in occasione della prossima edizione.
Per quanto riguarda l’asta  è stata di sicuro una tra le più vivaci di quelle organizzate da Urania e alla fine (considerando anche i pezzi venduti nei giorni seguenti) ha visto l’aggiudicazione di oltre un terzo dei lotti disponibili, che in un periodo di forte isteria del mercato (prezzi che salgono e scendono come sulle montagne russe, proliferare di siti che vendono originali e speculazioni varie) è di sicuro un buon risultato.
Dalle vendite realizzate si nota che ormai gli acquirenti sono sempre più collezionisti che “ne capiscono davvero di tavole” nel senso che si tratta di persone che collezionano assiduamente gli originali  (per vera passione o semplice investimento non importa). Infatti all’asta sono stati venduti soprattutto autori o pezzi di difficile reperibilità nei normali canali di vendita, oppure originali quotati molto al di sotto del loro valore attuale e quindi chi ha comprato sapeva di fare un buon affare…


asta-di-urania-a-lucca-un-occasione-per-fare-qualc-1.jpg
Tra gli autori anche questa volta a destare il maggior interesse è stato Andrea Pazienza (con un tutto venduto da record, addirittura quasi una trentina di pezzi), anche se c’è da dire che la quasi totalità dei lotti sono stati aggiudicati ad un solo offerente.
Bene come sempre il settore comico e quello delle strisce americane, mentre delude Magnus che ha visto l’aggiudicazione soltanto dell’interessante disegno di Milady.
Anche Manara inizia a dare qualche segno di affaticamento sul mercato vista la presenza costante di numerosi lotti sparsi nelle varie aste europee: da Urania su 7 pezzi  ne sono stati venduti solo 3.
Come detto c’è stata la possibilità anche di fare degli ottimi affari: ad esempio tre copertine di Stano sono state vendute a 850/950 euro l’una, praticamente la metà a cui oggi vengono proposte le cover del disegnatore di Dylan Dog.
Anche tra le tavole Disney qualche buon affare si poteva fare come ad esempio con la tavole del “Canguro di Corallo” di Scarpa o con la tavola di Rebo di Bottaro. 
Altri prezzi interessanti erano quelli delle tavole di Crepax: tavole significative, anche con Valentina, messe all'asta a prezzi davvero ottimi. Purtroppo nonostante il prezzo basso molte sono rimaste invendute: anche in questo caso forse il mercato si sta ingolfando un po' di troppi pezzi, visto che originali del papà di Valentina non mancano mai in tutte le aste europee e si tengono frequenti vendite in gallerie italiane e francesi. Quindi un ottimo affare l'ha fatto chi si è aggiudicato una meravigliosa tavola di Anita a poco più di 6.000 euro.
Ma sono anche altri i lotti andati inspiegabilmente invenduti: dico "inspiegabilmente" perchè proposti a prezzi di molto inferiori a quelli che girano normalmente tra i vari mercanti: ad esempio una copertina di Kriminal di Corteggi molto bella a 1.600 era da prendere al volo per chi ama il genere. Così come anche le tavole di Jacovitti, Liberatore o la spettacolare doppia tavola di Spiderman di Dell'Otto avrebbero dovuto riscuotere maggiore attenzione da parte dei collezionisti.
Molto male infine sono andate le tavole dei Supereroi: pochi i pezzi venduti e le poche aggiudicate sono andate via a prezzi anche in questo caso molto interessanti. 
Autore rivelazione della tornata d’asta è stato certamente Riccardo Federici: quattro tavole all’asta, ben tre vendute a prezzi tra i 2.700 e i 3.000 euro.
Per quanto riguarda l’ormai famosissima illustrazione di Corto Maltese di Pratt, al centro di una querelle giudiziaria e utilizzata come copertina del catalogo, non ha raggiunto il prezzo di riserva.
Top price dell'asta: un’illustrazione di Vittorio Giardino per il n.200 di Julia venduta a 9.500.
I lotti invenduti della IV° asta di urania saranno disponibili alla base d’asta + il 15% fino al 7 Dicembre 2015. Per info: www.uraniaaste.com.


Categorie: