Prezzi alle stelle. Ma tutto questo ha un senso?

Uno sguardo sugli autori e i personaggi che hanno fatto grande il fumetto popolare americano: si inizia da “King” Kirby e si arriva fino alla nuova generazione di autori che vede gli italiani Bianchi e Dell’Otto tra i più collezionati al mondo. Senza dimenticarci mostri sacri come Romita e Buscema.

Prezzi alle stelle. Ma tutto questo ha un senso?

Messaggioda giulio » 16/09/2012, 10:43

Ultimamente mi sono avvicinato al mercato dei supereroi e ho incominciato ad acquistare qualche originale: niente di particolare ma questo mi ha dato la possibilità di tastare il mercato. E come ben sa chi già colleziona questo tipo di originali ormai i prezzi sono arrivati alle stelle.
Pezzi storici di Kirby, Ditko o Romita sono arrivati spesso a centinaia di migliaia di dollari e anche tavole di storie e autori minori si mantengono a prezzi alti. Per non parlare degli autori giovani, molti dei quali hanno iniziato a realizzare tavole dipinte in modo da rivenderle poi a migliaia di dollari ai collezionisti.
Quindi ultimamente mi sto chiedendo, ma chi è l'acquirente tipo americano che sborsa migliaia di dollari come noccioline per acquistare un originale. Sono veri collezionisti o gente che ci vuole solo speculare e che magari non capisce niente di fumetti?
Ovviamente in queste condizioni di mercato i prezzi alti sono assolutamente giustificati: se una persona è disposta a dare ad un venditore decine di migliaia di euro per una copertina di Romita, Kirby, McFarlane ecc... è giusto che il venditore tenga i prezzi alti.
Così come è giusto che un disegnatore di 30 anni venda i propri originali a migliaia di euro (o dollari) fino a quando trova qualcuno che glieli dà...
Ovviamente è il solito problema della domanda e dell'offerta. Anche se in ambito collezionistico spesso si scatena la gara a "chi ce l'ha più bello" (forse reminiscenze del "chi ce l'ha più lungo" delle scuole elementari... ;) ) che poi porta all'esplosione dei prezzi e al conseguente arricchimento di venditori e soprattutto disegnatori.
E secondo me su quest'ultimo aspetto molto ha influito Comic Art Fans che ha scatenato la gara a farsi fighi con gli originali della propria collezione.
Non è che alla base dell'esplosione dei prezzi delle tavole di supereroi ci sono problemi di autostima? :)
giulio
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 28/08/2012, 19:00

Re: Prezzi alle stelle. Ma tutto questo ha un senso?

Messaggioda cice99 » 16/09/2012, 17:14

Purtroppo sono d' accordo con te e mi dispiace.
Molti anni fa quando la malattia mi ha preso e ho iniziato a sperperare i miei pochi averi c'era spesso l' occasione di confrontarsi con altri altri collezionisti scambiandosi i consigli e apprezzamenti , ed era molto più difficile di adesso, oggi ho l 'impressione che regni molta invidia e gelosia. Non che allora non ci fossero ma ora mi sembra di più.
cice99
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 08/09/2012, 17:59

Re: Prezzi alle stelle. Ma tutto questo ha un senso?

Messaggioda giulio » 16/09/2012, 17:40

Ciao cice99. In effetti la mia non è stata un provocazione buttata là tanto per dire, ma diciamo che è stata una constatazione diretta... Io sono stato tra i primi italiani ad aprire una galleria su Caf e per un po' di tempo ho avuto gli originali della mia collezione lì, in bella mostra. Poi un 3/4 anni fa ho iniziato a vedere che si stava sviluppando una sorta di gara a chi era riuscito a comprarsi la tavola più bella. Poi questa gara si è trasformata in vera e propria malattia. Al che, siccome sono un po' ipocondriaco ;) , ho preferito chiudere tutto e non farmi contagiare dal virus.
Purtroppo (anzi fortunatamente) io non sopporto alcuna forma di mania o di dipendenza. Penso che una passione, come può essere quella di collezionare originali, deve essere vissuta con piacere ed interesse: quando si trasforma in malattia, allora significa che c'è qualcosa che non va.
Io nella mia collezione non ho una tavola di Barks, che è sicuramente una delle cose che dal punto di vista collezionistico desidero di più, però di questo non ne soffro e non mi preoccupo più di tanto: mi guardo una bella illustrazione di Gatto o un quadro di Chierchini e sono soddisfatto lo stesso.
Invece conosco alcuni collezionisti che comprano e comprano originali su originali, cercano sempre la tavola top per sentirsi grandi, spendono sempre di più e non sono mai soddisfatti. Per me vivere il collezionismo in forma così maniacale è quasi assimilabile ad altre forme di dipendenze a volte giudicate più serie...
giulio
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 28/08/2012, 19:00

Re: Prezzi alle stelle. Ma tutto questo ha un senso?

Messaggioda fullhouse » 17/09/2012, 22:57

Tanto se non siamo dipendenti dalle tavole, lo saremo da qualcos'altro prima o poi... Gli umani sono così. Invecchia un altro po' e vedrai Giulio...
fullhouse
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 08/09/2012, 23:11


Torna a Supereroi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron